CICIARA’ | SALEH KAZEMI| CARTA DA PARATI

Ciciarà

  • chiacchierare
     { verb }
    Parlare in modo informale e amichevole.

Artista: Saleh Kazemi
Committente: Privata
Stampa su carta da parati telata
Luogo: Milano

Ciciarà è una trattoria per chi vuole mangiar bene e per chi ama il chiacchiericcio intorno alla tavola.

L’intervento decorativo dell’interno del locale è stato realizzato da  Saleh Kazemi; l’artista, partendo da riferimenti fortemente legati alla realtà, integra il suo lavoro giocando con la morfologia e gli arredi della trattoria.

Entrando a Ciciarà ci si trova davanti a una grande parete che affacciava sul grande salone del vecchio locale recuperato e a questa segue una lunga scalinata che porta al piano inferiore. Su queste superfici verrà realizzato il progetto grafico di Saleh, successivamente riportato su carta da parati.

Il soggetto della parete principale è stato abbastanza chiaro sin dall’inizio: creare un lavoro dotato di continuità, un dialogo continuo tra la parete principale e la scalinata.

Saleh nel disegno riprende oggetti ed elementi d’arredo che già fanno parte dello spazio, come il pavimento, le ceramiche, lo stile dei mobili e le lampade, ricreando così un continuo rimando tra realtà e rappresentazione: il lavoro della sala principale ricrea un altro spazio visivo mentre le scale, invece, ospitano i disegni di alcuni elementi d’arredo.

Nella storia della grafica e della pubblicità italiana Milano occupa una posizione primaria, da qui la decisione di ridisegnare una serie di pubblicità italiane che avessero a che fare con la moda, con il design e con l’industria industria milanese…

Nelle scale si fa spazio una porta di servizio trasformata in una libreria in cui spicca, sempre in un continuo gioco di rimandi, un piccolo tributo a Colibrì, altro locale dei proprietari e alle persone, protagoniste di questo luogo: tra i gli autori di immortalati in questa libreria da parati possiamo trovare Arianna Montanari,libraia di Colibrì, Alessandro Leuci, bartender e Daniele Zaccari, oggi gestore della cucina di Ciciarà.

La colonna davanti alla parete principale riprende il disegno delle piastrelle antiche utilizzate dietro al bancone nella medesima sala, a sottolineare la continuità del nuovo con il vecchio, come in una continua rinascita della tradizione conviviale.