GIO PISTONE

GIO PISTONE è nata a Roma, e fin da piccola ha scelto il disegno come proprio linguaggio.
I soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, sono caratterizzati da colori molto forti e linee nette. L’idea della madre, allora studentessa di psicologia, di disegnare le figure immaginarie sognate la notte il mattino seguente con l’intento di affrontare la paura, è stata ed è ancora fonte di ispirazione per lei.

Lavora saltuariamente nelle scenografie di teatro dove continua ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. Ha fondato e lavorato con  “La sindrome del topo”, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti.

Negli anni i suoi disegni sono stati pubblicati da: Corriere della Sera, La Repubblica, l’Unità, Il Fatto Quotidiano, Io Donna, Drome Magazine, Vogue Italia, Vogue Cina, Donna di Repubblica e tanti altri.

Ha partecipato a mostre e festival di muralismo in tutta Italia e oltre, come: Festival Visioni Periferiche, Fuochi Fatui, Cheap Festival, M.U.R.O.